• Sab. Set 25th, 2021

Bambini accompagnati a scuola dai migranti, Regione Lombardia interviene

“Ad Arcore è volontà dell’Amministrazione comunale di portare avanti il progetto “a scuola con i profughi”, grazie al quale richiedenti asilo dallo status ancora indefinito accompagneranno a scuola i bambini arcoresi nell’ambito del servizio Pedibus.”

Vi ricordate Pedibus?

Ne parlavamo qui e qui 

In consiglio Regionale è stata approvata “mozione volontari” presentata dal Capo gruppo Lega Nord Massimiliano Romeo e dalla Consigliera Silvana Saita.

Queste le loro dichiarazioni:

Pedibus e richiedenti asilo, Lombardia approva mozione
Romeo (LN): “ Verificare con rigore i requisiti dei volontari”
Approvata oggi al Pirellone una mozione della Lega Nord per evidenziare alcune criticità sull’utilizzo dei richiedenti asilo quali volontari per il pedibus.
“Recentemente la stampa – spiega Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia – ha segnalato che alcuni aspiranti profughi, giovani richiedenti asilo, sono stati utilizzati in diversi Comuni come volontari per accompagnare i bambini a scuola. Il simpatico pedibus ha una funzione importante anche sotto l’aspetto educativo: aiuta a socializzare, educa al rispetto delle regole stradali ed è salutare per il benessere. Le norme poi sull’utilizzo del volontariato sono precise e rigorose. Inoltre il decreto Minniti dell’aprile 2017 pone grande attenzione sull’impiego dei richiedenti protezione internazionale in attività socialmente utili”. “E ancora”, continua il consigliere del Carroccio, “la Direttiva Europea in vigore dal 2014 mette regole e vincoli molto restrittivi nelle attività di volontariato a contatto con minori”. “La mozione approvata oggi dall’aula consiliare”, conclude Romeo, “si pone due obiettivi: proteggere i bambini garantendo la vicinanza di persone idonee e proteggere i volontari che devono essere regolarmente assicurati per il ruolo che svolgono gratuitamente”. La mozione chiede alla Giunta d’informare i Comuni e gli Uffici Scolastici di verificare con rigore i requisiti dei volontari, in materia di assenza di precedenti penali sia in Italia che all’estero, che svolgono servizi sensibili al fine di proteggere e garantire i minori.
Milano, 13/06/2017

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Approvata mozione volontari pedibus
Saita (LN): “Proteggere sia i bambini che i volontari”
Approvata oggi al Pirellone una mozione, presentata dal consigliere regionale leghista Silvana Saita, per evidenziare alcune criticità sull’utilizzo dei volontari. “Recentemente la stampa ha segnalato che alcuni profughi, giovani richiedenti asilo, sono stati utilizzati in diversi comuni come volontari per accompagnare i bambini a scuola. Il simpatico scuolabus”, spiega Saita, “ha una funzione importante anche sotto l’aspetto educativo: aiuta a socializzare, educa al rispetto delle regole stradali ed è salutare per il benessere. Le norme poi sull’utilizzo del volontariato sono precise e rigorose. Inoltre il decreto Minniti dell’aprile 2017 pone grande attenzione sull’impiego dei richiedenti protezione internazionale in attività socialmente utili”. “E ancora”, continua il consigliere del Carroccio, “la Direttiva Europea in vigore dal 2014 pone norme rigorose per la lotta contro l’abuso e lo sfruttamento dei minori. Per questo mette regole e vincoli molto restrittivi nelle attività di volontariato a contatto con minori”. “La mozione approvata oggi dall’aula consiliare”, conclude Saita, “si pone due obiettivi: proteggere i bambini garantendo la vicinanza di persone idonee e proteggere i volontari che devono essere regolarmente assicurati per il ruolo che svolgono gratuitamente”. La mozione chiedeva alla Giunta d’informare i Comuni e gli Uffici Scolastici di verificare con rigore i requisiti dei volontari che svolgeranno servizi sensibili per proteggere e garantire i minori.

Aspettiamo ora le decisioni dell’amministrazione di Arcore… Chiederemo che si adeguino a quanto richiesto dalla Regione.

Vi terremo informati

immagine dal sito www.regionelombardia.leganord.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *